Spedizione Gratuita per ordini superiori ad € 100,00

Biscotti alle Mandorle Siciliane

Le mandorle sono un ingrediente molto versatile e sano, spesso utilizzato in cucina per aggiungere sapore e texture ai piatti.

Questa tipologia di frutta secco è ricca di proteine, fibre, vitamine e minerali, e trova utilizzo in varie ricette, dalle insalate ai dessert. Possono essere utilizzate sia in versione intera, sia tritate o a lamelle.

Le mandorle intere possono essere utilizzate per decorare dolci e biscotti, mentre le mandorle tritate possono essere utilizzate per preparare croste per le torte o come ingrediente in ripieni o farciture.

In questo articolo vediamo una deliziosa ricetta che sicuramente ti farà venire l’acquolina in bocca: i biscotti alle mandorle.

I biscotti alle mandorle sono perfetti per accompagnare una tazza di tè o caffè, oppure per una merenda golosa. Grazie alla presenza della frutta secca, questi dolci sono ricchi di fibre, proteine e grassi sani, oltre a essere senza glutine, se si utilizza una farina senza glutine.

Oltre ai biscotti, le mandorle possono essere utilizzate in molti altri piatti, come ad esempio nei dolci al cucchiaio, nelle crostate e nei biscotti salati. Le mandorle possono anche essere utilizzate come base per preparare il latte di mandorla, una bevanda vegana e senza lattosio, perfetta per sostituire il latte tradizionale nelle ricette.

Vediamo ora ingredienti e preparazione.

Ingredienti:

  • 150g di farina
  • 100g di zucchero
  • 100g di mandorle tritate
  • 1 uovo
  • 100g di burro
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • zucchero a velo (facoltativo)

Procedimento:

Iniziate preriscaldando il forno a 180°C. Ora tritate le mandorle fino a ottenere una consistenza fine, ma non troppo.

In una ciotola, setacciate la farina e il lievito per dolci. Aggiungete il sale, lo zucchero e le mandorle tritate. Mescolate gli ingredienti secchi.

Aggiungete adesso il burro ammorbidito a pezzetti e lavorate con le mani il composto fino a ottenere un impasto sabbioso. Aggiungete l’uovo e impastate fino a ottenere rendere il tutto omogeneo.

Formate una palla e lasciate riposare in frigorifero per almeno 30 minuti. Riprendete l’impasto e stendetelo con un mattarello su una superficie infarinata.

Con un taglia-biscotti, formate dei biscotti della forma che preferite. Disponete i biscotti su una teglia foderata con carta da forno e infornate per circa 15-20 minuti, o fino a quando i biscotti saranno dorati.

Sfornate i biscotti e lasciateli raffreddare su una griglia. Se lo desiderate, spolverizzate i biscotti con dello zucchero a velo prima di servirli.

Conservazione

Dopo aver preparato i vostri biscotti alle mandorle, ecco alcuni consigli utili per conservarli al meglio:

  • Conservare i biscotti in un contenitore ermetico a temperatura ambiente, lontano dalla luce solare diretta e da fonti di calore come il forno o la stufa.
  • Evitare di conservare i biscotti in un luogo umido, poiché l’umidità può farli diventare appiccicosi e ammorbidire.
  • Se si desidera conservare i biscotti per un periodo più lungo, si possono mettere in freezer. Per farlo, mettere i biscotti in un contenitore ermetico e congelare. Per scongelarli, basta tirarli fuori dal freezer e lasciarli a temperatura ambiente per un’ora o due.
  • Se si vuole conservare i biscotti per un po’ più di tempo, si può anche utilizzare un sacchetto per alimenti sottovuoto. In questo modo, i biscotti rimarranno freschi più a lungo.
  • Se i biscotti alle mandorle diventano un po’ troppo duri dopo qualche giorno, si può metterli nel forno preriscaldato a 150 gradi per circa 5-10 minuti. In questo modo, diventeranno di nuovo croccanti e freschi come appena sfornati.

Curiosità

Infine, ecco alcune curiosità sui biscotti alle mandorle e la loro storia:

  1. Questi biscotti sono originari della Sicilia, dove sono conosciuti come “amaretti”. Si dice che la ricetta sia stata creata nel XVII secolo dalle monache del convento di San Gregorio di Capo d’Orlando.
  2. Gli amaretti sono fatti principalmente di mandorle dolci, zucchero e albumi d’uovo. In Italia, gli amaretti sono anche utilizzati per fare il famoso dessert “tiramisù”.
  3. Negli Stati Uniti, i biscotti alle mandorle sono chiamati “biscotti di nozze” perché sono spesso serviti ai matrimoni. Si dice che ciò sia dovuto al fatto che i biscotti alle mandorle sono dolci ma non troppo; quindi, sono un perfetto finale per un pasto pesante come quello servito ad un pranzo nuziale.
  4. Esistono molte varianti regionali di biscotti alle mandorle in Italia, tra cui i “ricciarelli” toscani e i “brutti ma buoni” piemontesi.
  5. I biscotti alle mandorle sono spesso considerati una scelta di spuntini salutare perché le mandorle sono una fonte di proteine, fibre e grassi sani. Tuttavia, i biscotti alle mandorle possono contenere anche zucchero e grassi aggiunti, quindi è importante controllare l’etichetta nutrizionale per assicurarsi che siano salutari e bilanciati.